Campo anticapitalista in Grecia

Immagine

Dal 3 al 9 agosto in Grecia, a Kalpaki, si terrà il campeggio internazionale rivoluzionario femminista ecologista, organizzato dalla Quarta Internazionale, ma ormai da anni allargato a diverse forze della sinistra anticapitalista e a esperienze di movimento. Parteciperanno delegazioni da Grecia, Russia, Francia, Spagna, Palestina, Brasile, Filippine, Messico, Tunisia, Germania, Portogallo e Turchia… Un appuntamento particolarmente importante quest’anno, segnato dalle rivoluzioni del Nord Africa, dalle mobilitazioni e dagli scioperi in Europa contro l’austerità e il debito, dai movimenti Occupy che ovunque hanno posto al centro la questione democratica. Un’occasione utile per discutere, confrontare lotte ed esperienze, progettare campagne contro il pagamento del debito, la precarietà, la dismissione della formazione pubblica, così come sui temi di femministi e lgbitq.

Un momento importante per chi lotta ogni giorno nei movimenti sociali, nelle scuole e nelle università, e nella costruzione di una sinistra anticapitalista europea, alternativa alle destre ma anche alla “sinistra” liberista. Un’occasione per chi non rinuncia a costruire nei e con i movimenti sociali un’alternativa di società e, nonostante la deriva autoritaria e ultraliberista impressa dal governo (tutt’altro che “tecnico”) Monti, tra repressione, privatizzazioni, attacchi ai diritti dei lavoratori, delle donne e degli studenti, non si arrende.

Solidarietà internazionale, femminismo, ecologismo, giovani e movimenti sociali, strategie, migranti, scuola e università, marxismo, antifascismo, beni comuni, guerra, precarietà, lgbt, saranno i temi al centro dei sette giorni. Un campeggio totalmente autogestito dai partecipanti, una piccola dimostrazione che un altro mondo, oltre che necessario, è possibile, e che sono possibili altri tipi di relazioni umane, di divertimento, di gestione degli spazi comuni.

All’interno del campo è previsto uno spazio femminista ed lgbt, che permettano il confronto e l’autorganizzazione di soggetti che vivono oppressioni specifiche, quella di genere e quella sessuale: spazi per rimettere in discussione categorie imposte dalla società.

PROGRAMMA DEL CAMPO:

Il campo è suddiviso in giornate tematiche, nelle quali gli argomenti di discussione saranno analizzati in forme plenarie (forum e formazioni) e non (workshop). Inoltre ogni giorno sono previsti spazi di discussione specifici per le tematiche di genere e per riunioni tra delegazioni di paesi diversi al fine di condividere esperienze e creare reti di solidarietà e lotta.

Sabato 3: Forum di apertura e presentazione

Domenica 4: Crisi economica, imperialismo e guerra

Lunedì 5: Giovani, classe operaia e movimenti sociali

Martedì 6: Combattere l’oppressione patriarcale – Giornata donne e lgbt

Mercoledì 7: Crisi ecologica ed ecosocialismo

Giovedì 8: Antifascismo e antirazzismo

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...